IN EVIDENZA

Tutela il reddito dell'impresa agrigola

Il sistema di gestione del rischio

Vedi tutti i video >

NEWS

  • 29/11/18
    ASSICURAZIONI CAMPAGNA AUTUNNO VERNINI 2018/2019
    Copertura multirischio con franchigia a scalare da trenta a dieci su tutte le avversità con integrativa a franchigia 10%.... Continua a leggere >
    11/08/18
    CALAMITA’ IN CAMPAGNA, ARRIVANO I SOLDI PER LE POLIZZE GRANDINE E SICCITA’
    Dopo la protesta dei Consorzi di Difesa il Ministero sblocca 49 milioni di euro di contributi per i costi assicurativi arretrati... Continua a leggere >
  • PAGAMENTO CONTRIBUTI 2015-2016
    IL CALENDARIO DEL MINISTERO
    Un vero e proprio calendario, con gli importi da assegnare per ciascuna scadenza. Così il Ministero delle Politiche Agricole ha diffuso, qualche giorno fa... Continua a leggere >
    CALAMITA’ IN CAMPAGNA, POLIZZE FANTASMA: “BUROCRAZIA PEGGIO DELLA GRANDINE”
    La protesta a Roma: “le aziende padovane avanzano dallo Stato quasi 9 milioni di euro di rimborsi dal 2015 al 2017... Continua a leggere >
  • I FONDI MUTUALISTICI A TUTELA DEGLI AGRICOLTORI
    Vedi Allegato
    PRESENTAZIONE CAMPAGNA ASSICURATIVA 2018
    La Gestione dei rischi: una opportunità per la difesa del reddito delle imprese
    Vedi Allegato
  • POLIZZA SU MISURA PER LA BARBABIETOLA DA ZUCCHERO
    Puoi assicurare la barbabietola da zucchero prima della semina per garantire la tua produzione...Continua a leggere >

Consorzio Padovano di Difesa
Attivita' e Produzioni Agricole
via F.S. Orologio, 6
35129 Padova
tel. 049 807 7630
fax. 049 796 4268

CONDIZIONI PER COMPAGNIA

TARIFFE 2018

Consulta la tariffa di riferimento che abbiamo proposto alle società di assicurazione per i prodotti seminativi e uva da vino

PREZZI 2018

Qui sono indicati i prezzi validi per assicurare le produzioni nelle corrente campagna

MODULISTICA

Chiamaci


Scrivici

Iscriviti Alla Newsletter

* Campi obbligatori

POLIZZA SU MISURA PER LA BARBABIETOLA DA ZUCCHERO

Puoi assicurare la barbabietola da zucchero prima della semina per garantire la tua produzione dalla pre–emergenza al raccolto con un pacchetto assicurativo comprendente 6 avversità atmosferiche (grandine, vento, eccesso di pioggia, gelate, siccità e alluvione).


Vedi le condizioni contrattuali o telefonaci per ogni informazione

CALAMITA’ IN CAMPAGNA, POLIZZE FANTASMA: “BUROCRAZIA PEGGIO DELLA GRANDINE”




La protesta a Roma: “le aziende padovane avanzano dallo Stato quasi 9 milioni di euro di rimborsi dal 2015 al 2017. Le inefficienze altrui non possono ricadere sulle imprese”


“Lo Stato ci deve mezzo miliardo di euro”: gli agricoltori hanno manifestato a Roma, davanti al Ministero delle Politiche agricole, per protestare contro la mancata erogazione dei contributi pubblici a chi si assicura contro le calamità naturali. A guidare la mobilitazione c’erano Asnacodi, l'associazione nazionale che riunisce tutti i consorzi di difesa delle produzioni agricole, che stipulano le polizze assicurative per conto degli agricoltori, e Coldiretti: mancano all’appello i contributi previsti per il triennio 2015-2017,oltre 500 milioni di euro mai arrivati nelle tasche degli agricoltori. “La burocrazia fa più danni della grandine, “Stato di calamita’ o Calamità di Stato ?”, “Il clima cambia i ritardi restano” sono alcuni degli slogan esposti su striscioni e cartelli durante la manifestazione.


A Roma era anche una delegazione di imprenditori padovani, guidata da Ettore Menozzi Piacentini, presidente del Consorzio di Difesa di Padova, con oltre tremila imprese aderenti. “I nostri consorziati attendono il pagamento di circa 9 milioni di euro di contributi per la stipula delle polizze per produzioni agricole, serre e zootecnia. Denaro anticipato dalle banche, una somma non certo trascurabile che potrebbe gettare una pesante ipoteca sul futuro, visti anche gli interessi passivi che siamo costretti a pagare. Solo l’anno scorso il nostro Consorzio ha pagato alle banche 57 mila euro di interessi passivi, una somma che non chiederà agli agricoltori e che è stata coperta con il nostro capitale.


Puntualmente la nostra provincia è interessata da nubifragi o altre avversità atmosferiche con ripercussioni evidenti sull’agricoltura. E’ bene ricordare che lo Stato per gli aiuti post calamità spende il quadruplo rispetto ai contributi per le assicurazioni. Quindi non possiamo accettare questi ritardi che gravano sulle tasche degli agricoltori alle prese con gli effetti dei cambiamenti climatici. L’assicurazione e i fondi mutualistici sono le uniche forme di protezione e in questo il nostro sistema di Consorzi di Difesa fa scuola. Ma questo ritardo nel pagamento dei contributi rischia di innescare un circolo vizioso che porterà ad un calo delle polizze e ad un aumento dei premi. Non possiamo permetterlo”.


Asnacodi chiede subito al Ministero misure straordinarie per allineare i pagamenti: “le inefficienze della macchina pubblica non possono ricadere sugli agricoltori che ogni giorno rischiano in proprio e che con il sistema delle assicurazioni fanno risparmiare allo stato cifre notevoli. Mentre si discute tanto di Europa e di strategie politiche che paralizzano l’intero Paese, ad incombere sono i problemi dell’economia reale, come questo, con il rischio concreto di perdere centinaia di milioni di euro di risorse comunitarie”. Asnacodi ha chiesto infine l’intervento del presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone.

PAGAMENTO CONTRIBUTI 2015-2016


IL CALENDARIO DEL MINISTERO


Un vero e proprio calendario, con gli importi da assegnare per ciascuna scadenza. Così il Ministero delle Politiche Agricole ha diffuso, qualche giorno fa, tramite un proprio comunicato stampa, il cronoprogramma dei pagamenti previsti per tutto il 2018 relativamente alle somme arretrate. Una buona notizia per i Consorzi di Difesa che hanno chiesto proprio in questi giorni maggiore attenzione da parte delle Istituzioni.


Queste le scadenze programmate per i pagamenti dei contributi per le annualità 2015 e 2016:



Inoltre AGEA, organismo competente a pagare i contributi, ha comunicato che entro il 31 dicembre 2018 sarà liquidata anche l’annualità 2017.


Confidesa Padova verificherà puntualmente, tramite Asnacodi, l’avvenuto pagamento delle somme previste, una prima risposta concreta alle richieste che abbiamo avanzato per conto dei nostri associati.


A questo collegamento il comunicato stampa del Ministero delle Politiche Agricole:

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12669
11/08/18

CALAMITA’ IN CAMPAGNA, ARRIVANO I SOLDI PER LE POLIZZE GRANDINE E SICCITA’


Dopo la protesta dei Consorzi di Difesa il Ministero sblocca 49 milioni di euro di contributi per i costi assicurativi arretrati. Piacentini (Condifesa Padova): “somme che abbiamo anticipato agli agricoltori già da anni”


Ora dal Ministero arriva la conferma di un pagamento da 49 milioni di euro che da conto dell’azione avviata da Asnacodi per richiedere le semplificazioni che hanno consentito lo sblocco di questa sostanziosa quota di pagamenti. “Finalmente un passo avanti concreto – afferma Ettore Menozzi Piacentini, presidente del Consorzio di Difesa di Padova, con oltre tremila imprese aderenti – frutto dell’importante ruolo svolto dai Consorzi di Difesa che, anticipando la spesa per conto degli agricoltori associati, hanno attutito nei confronti delle aziende agricole gli effetti negativi dei ritardati pagamenti da parte del Ministero. I nostri consorziati attendono il pagamento di circa 9 milioni di euro di contributi per la stipula delle polizze per produzioni agricole, serre e zootecnia. Solo l’anno scorso il nostro consorzio ha pagato alle banche 57 mila euro di interessi passivi, una somma che non chiederà agli agricoltori e che è stata coperta con il nostro capitale. Siamo pertanto fiduciosi che con le prossime scadenze, per evitare il disimpegno dei fondi dell’Unione Europea, entro l’anno si concluderanno i pagamenti delle annualità pregresse. Nel merito contiamo anche sulle attenzioni del Sottosegretario Franco Manzato che si è prodigato nel lavoro della task force ministeriale per lo snodo della questione”.


Il ministero ha confermato che per quanto riguarda gli ulteriori sviluppi del programma dei pagamenti, si prevede l’erogazione di 92 milioni di euro entro settembre, 69 milioni entro ottobre, 50 milioni entro novembre e 33 milioni entro dicembre.


“Nelle ultime settimane il nostro territorio è stato colpito da grandinate violente e vento forte, ma la siccità sta interessando anche parte della provincia. – ricorda Massimo Bressan, presidente di Coldiretti Padova - L’assicurazione e i fondi mutualistici sono le uniche forme di protezione contro le avversità atmosferiche e in questo il nostro sistema di Consorzi di Difesa fa scuola. Alle prese con il cambiamento del clima gli agricoltori ogni giorno rischiano in proprio e con il sistema delle assicurazioni fanno risparmiare allo stato cifre notevoli. Non possiamo accettare che siano ulteriormente penalizzati nella redditività da ritardi o inefficienze della burocrazia, per questo continueremo a seguire il programma dei pagamenti annunciato dal Ministero”.

PASSICURAZIONI CAMPAGNA AUTUNNO VERNINI 2018/2019

E’ una proposta che si avvicina alla reale perdita quanti/qualitativa della produzione


Copertura multirischio con franchigia a scalare da trenta a dieci su tutte le avversità con integrativa a franchigia 10% fissa esclusivamente sulle avversità grandine e vento.

Comprende la valutazione della qualità su frumento e orzo in funzione della perdita di peso specifico dovuta a tutte le avversità in garanzia.


CAMPAGNA PRODUZIONI AUTUNNO VERNINE 2018 2019 ITAS